Osteopatia

Nel nostro studio vengono eseguiti trattamenti di osteopatia secondo il metodo ideato dal genio Claude Altieri, che ha ideato l’OSTEOPATIA BIOMECCANICA FUNZIONALE DINAMICA (BFD). L’osteopatia è una pratica medico-scientifica manipolativa che non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche l’apparato viscerale (azione sulla mobilità degli organi viscerali).

Inoltre, a differenza della medicina tradizionale allopatica, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l’osteopatia considera il sintomo un campanello d’allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

 

TECNICHE OSTEOPATICHE

Il trattamento osteopatico può avvalersi di numerosi metodi e tecniche di trattamento. Gli osteopati le utilizzano indifferentemente in funzione delle necessità terapeutiche. Secondo il nostro metodo BFD usiamo tecniche strutturali che ristabiliscono la mobilità corretta della struttura ossea e quindi il recupero della mobilità articolare, e tecniche viscerali: i visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmata. Questa dinamica può essere modificata (restrizione di mobilità) o scomparire. Applicando una tecnica specifica, l’osteopatia permette all’organo di trovare la sua fisiologia naturale e di disordini legati alla restrizione di mobilità saranno cosi corretti. Inoltre esiste da un punto di vista anatomico e funzionale una relazione tra i visceri e la struttura muscolo-scheletrica; una cattiva funzione della struttura (colonna vertebrale) può influenzare uno o più visceri e viceversa. Si possono trovare, in persone che soffrono di mal di schiena o di spalle ad esempio, problemi di mobilità del fegato, del colon, del rene o dell’utero. Il trattamento osteopatia mira, attraverso l’addome ed il diaframma, a ristabilire una buona mobilità viscerale.